Tutorial facile su come prolungare la vita di un capo con il rammendo creativo

La parola “rammendo” ha radici abbastanza recenti, risale alla seconda metà dell’Ottocento e significa riparare. Il gesto di rammendare però, ha origini ben più antiche.

Da sempre l’essere umano ripara gli oggetti per farli durare più a lungo in modo da risparmiare. Con l’arrivo del consumismo questa abitudine si è persa, per fare continuamente spazio a nuovi oggetti. Non c’è più tempo per rammendare un capo, per riparare un utensile: è molto più immediato, rapido ed economico comprarne uno nuovo!

Ultimamente la tendenza si sta invertendo.

Tanti stanno tornando a interessarsi delle tecniche artigianali e quindi ai gesti manuali dai tempi lenti. In una società che corre continuamente, riuscire a ritagliarsi del tempo per creare e/o aggiustare qualcosa con le proprie mani è una vera rivoluzione.

In questo tutorial vedremo come nascondere un piccolo buco di un maglione attraverso il rammendo creativo in modo da dare un tocco di personalità al nostro capo e prolungarne la vita.

Difficoltà: media

Tempo: da 45 min in su

Costo: dai 7 ai 15 €

Materiali:

  • Capo da riparare (consiglio di iniziare con un maglione, un jeans o una t-shirt in cotone)
  • Ago da ricamo
  • Filo da ricamo moulinè (va bene anche un filo più spesso, ma non più sottile)
  • Telaio da ricamo
  • Forbici da ricamo

Procedimento:

Iniziamo con la fase di preparazione. Questa operazione sarà da ripetere ogni volta che finisce il filo o che cambiamo zona su cui ricamare.

1- Prendo il telaio in legno (composto da due cerchi uno dentro l’altro stretti da una vite) e lo montiamo sul nostro capo. Per fare questo dividiamo le due parti del telaio: una la inseriamo all’interno del capo, dove c’è la zona da rammendare, l’altra parte la appoggiamo esternamente al capo in modo che i due cerchi siano sovrapposti ma con la stoffa a dividerli. Stringiamo la vite finché il tessuto non sarà un po’ teso.

2- Tagliamo un pezzo di filo (se siete poco esperti vi consiglio di non tagliarlo troppo lungo in modo da ridurre le possibilità che si formino nodi). Da un capo del filo facciamo un nodino, l’altro lo facciamo passare nella cruna del ago. Ora siamo pronti per iniziare.

3- Partiamo infilando l’ago da dentro verso fuori. Mettiamo una mano all’interno del capo al bordo del nostro buchino e puntiamo per far uscire il filo sulla superficie esterna. Così facendo il nodo di chiusura rimarrà nascosto all’interno.

4- Una volta portato il nostro ago e filo in superficie, puntiamo circa mezzo cm oltre il buco e portiamo l’ago sotto, all’interno del capo.

5- Ripetiamo l’operazione cercando di creare un petalo. Successivamente ci spostiamo a lato in cerchio e ricominciamo creando altri petali, in totale almeno cinque. Chiudiamo con un nodino interno. In questo modo, avremo coperto il buchino con un petalo e camuffato il rammendo con una decorazione a fiore.

6- Cambiamo colore prendendo un altro filo. (Ripetere punto 1 e 2)

Per il centro del fiore useremo il punto nodino (link tutorial YouTube per il punto nodino: https:// www.youtube.com/watch – questo è un po’ più complicato rispetto ai petali, ma vi consiglio comunque di provare ed eventualmente, se non riuscite, ripetere il punto del petalo da un’estremità all’altra del centro del fiore).

Dopo aver fatto passare l’ago da sotto a sopra, girare il filo tre volte intorno alla punta dell’ago, puntare sulla stoffa e far passare l’ago all’interno. Si creerà in automatico un nodino che sarà ben saldo.

Ripetere la chiusura del punto 5. Ripetere questo passaggio per quante volte volete fino a riempire il centro del fiore.

7- Una volta completato il nostro fiore possiamo decidere se replicarlo in altre zone per decorare tutto il capo oppure fermarci a uno solo.

Conclusione:

I passaggi che vi ho spiegato sono semplici e “caserecci”. Con un po’ di pratica riuscirete a eseguirli facilmente e a sperimentare altri punti. Il bello del ricamo è che non si può sbagliare! Basta tagliare il filo e ricominciare da capo, quindi sentitevi liberi di sperimentare e divertirvi.

Con il rammendo, e il ricamo più in generale, potrete rendere unici e originali i capi a cui tenete di più prolungandone la vita ed evitando, ancora per qualche anno, che finiscano in discarica.

Extra:

Ecco un video tutorial che vi accompagnerà nei vari passaggi: https://www.instagram.com/tv/CKecB4Jqrlj

Tagga @managaia.eco e @labrodabrd se porti a termine il tutorial!

Lista materiali:

Se potete cercate di acquistare da piccole realtà, come i negozi di quartiere o i mercati rionali. Potete chiedere consiglio ai venditori che sicuramente sapranno darvi qualche tips in più. In alternativa ecco alcuni link dove reperire i materiali: