Con il cambiamento climatico cala l’aspettativa di vita

da | Gen 22, 2024 | news | 0 commenti

Il cambiamento climatico modificherà tanti aspetti della nostra vita e del mondo per come lo conosciamo, dalle abitudini a ciò che portiamo a tavola, ma anche paesaggi, sport e turismo: un recente studio indica che oltre a tutto questo, il climate change inciderà anche sulla nostra aspettativa di vita.

Un impatto diretto sulla salute

È chiaro ormai il fatto che la crisi climatica avrà molte ripercussioni sulla nostra salute: aumenteranno le malattie infettive, cresceranno i livelli di malnutrizione, potremo praticare meno attività fisica all’aperto e ci saranno più morti legate al climate change. Tutti effetti che si affiancano a un altro metro di giudizio: il rapporto tra il clima che cambia e un’aspettativa di vita ridotta.

Sono tanti i modi in cui le conseguenze del cambiamento climatico, tra l’aumento delle temperature e le precipitazioni anomale, si riflettono sulla salute pubblica. Lo fanno tanto in modo diretto, con ondate di calore e devastazioni legate agli eventi estremi, tanto in modo indiretto, ma comunque distruttivo, con l’aumento del rischio di malattie respiratorie e mentali.

Sebbene le evidenze di tali impatti siano chiare e documentate, la ricerca non ha ancora stabilito una connessione diretta tra cambiamento climatico e aspettativa di vita.

Il cambiamento climatico accorcia l’aspettativa di vita di 6 mesi

Lo studio pubblicato sulla rivista “Plos Climate” da Amit Roy, docente di economia e politiche pubbliche alla New School For Social Research di New York, tenta di colmare proprio questa lacuna della ricerca.

Roy ha analizzato i dati provenienti da 191 Paesi nel periodo 1940-2020, considerando temperature medie, precipitazioni, aspettativa di vita e il prodotto interno lordo pro capite.

I risultati rivelano che per ogni aumento di 1°C della temperatura globale, l’aspettativa di vita potrebbe ridursi di circa 5 mesi e 1 settimana. Se integriamo i dati della temperatura con quelli che misurano le precipitazioni, la speranza di vita potrebbe ridursi fino a 6 mesi. Le variazioni globali del clima impattano maggiormente sulle donne e sugli abitanti dei Paesi in via di sviluppo.

La crisi climatica è anche una vera e propria crisi della salute pubblica. Come sottolinea Amit Roy, si rende sempre più urgente la necessità di sforzi concreti nella mitigazione delle emissioni di gas serra e nell’implementazione di misure proattive per proteggere la salute delle popolazioni globali.

Post correlati