Scopri i benefici del canarino per migliorare la digestione

da | Gen 12, 2024 | alimentazione, vivere green | 0 commenti

Pranzo o cena abbondante? Per aiutare la digestione non c’è niente di meglio di un rimedio naturale: oggi ti parliamo del canarino, una bevanda a base di limone ideale per depurare il tuo organismo.

Adatta anche per contrastare mal di stomaco e nausea, questa bevanda deve il suo nome al particolare colore (giallo canarino appunto!) che si ottiene attraverso l’infusione in acqua calda della scorza del limone.

Scopriamo di più sui suoi benefici e le proprietà e come realizzarla al meglio!

Un rimedio della nonna

Un vero e proprio rimedio della nonna che ci accompagna nelle sere di inverno, quando si sta in compagnia e si mangia un po’ troppo. Il canarino può essere una valida alternativa alla classica tisana: una bevanda digestiva con tante proprietà e benefici.

La più comune è la versione con le foglie di alloro, ma esistono anche molte varianti. Al suo posto, si può scegliere lo zenzero che aiuta non solo a digerire, ma ha anche proprietà antidolorifiche, oppure la menta fresca.

Possiamo scegliere di consumare questa bevanda anche senza aromi, solo limone: in questo caso sarebbe preferibile bere il canarino senza zucchero o al massimo con un po’ di miele.

Proprietà e benefici del canarino

Come vedremo quando parleremo della sua preparazione, nel canarino digestivo si utilizza la buccia del limone. Questa possiede una quantità di vitamina C molto superiore alla polpa: consumarla fresca può migliorare l’assorbimento del ferro nel sangue e promuovere il benessere del cuore. In più, è ricca di flavonoidi, sostanze in grado di rallentare lo stress ossidativo delle cellule e ritardare così il processo di invecchiamento.

Dopo una bollitura di 10 minuti, queste proprietà tendono a degradarsi: rimangono però gli oli essenziali contenuti nella buccia, con le loro proprietà antisettiche e balsamiche, utili per contrastare i disturbi dovuti al raffreddamento e alle indigestioni.

Nella preparazione classica del canarino, inoltre, mettere l’alloro in infusione regala a questa bevanda tutte le proprietà della pianta, stimolando la diuresi, riducendo il gonfiore e favorendo l’appetito.

Canarino: come preparare questa bevanda digestiva

Prima accortezza da considerare: scegli un limone biologico, con buccia edibile e non trattata.

Il primo passaggio per realizzare il canarino è lavare bene il limone sotto acqua corrente, prelevando la scorza con un pelapatate ed evitando la parte bianca che renderebbe la bevanda troppo amara.

Andrà successivamente riempito un pentolino d’acqua a cui andrà aggiunta la scorza di limone. Porta a bollore e lascia sobbollire per poco meno di 10 minuti (l’alloro andrà aggiunto a metà di questo passaggio).

Appena l’acqua si colorerà di giallo, potrai versare il contenuto in una tazza, avendo cura di filtrare la scorza di limone.

In alternativa, puoi scegliere di versare la scorza di limone e l’alloro direttamente nella tazza, versare acqua bollente e lasciare in infusione per una decina di minuti. Prima di consumare, dovrai togliere il limone e l’alloro.

Tag: salute

Post correlati