Blue Friday: l’alternativa ecologica al Black Friday

da | Nov 23, 2022 | idee regalo, vivere green | 0 commenti

Il Black Friday, il giorno più insostenibile dell’anno, è arrivato!

Abbiamo delle alternative? Sì, certo! Ad esempio il Blue Friday, due giornate a favore dell’ambiente marino.

Il 25 e 26 novembre, a Venezia, siamo tutti invitati al Blue Friday per il nostro Mar Mediterraneo. Due giorni per parlare della salvaguardia del mare e dei suoi abitanti, promuovendo un consumo critico e consapevole e stili di vita più sostenibili.

Nei giorni del Black Friday, a livello mondiale, tutti siamo invogliati a comprare oggetti e sevizi dei quali forse non abbiamo bisogno, ma che spesso acquistiamo solo perché c’è lo sconto. Il Black Friday nasce come giornata degli acquisti negli Stati Uniti e cade sempre il venerdì che segue il Giorno del Ringraziamento, il Thanksgiving Day, giornate nelle quali le famiglie americane sono a casa a festeggiare e ne approfittano per comprare online i regali di Natale.

Dagli Stati Uniti questo appuntamento ha invaso i mercati europei e internazionali e ha creato gravi danni all’ambiente. Sul sito del “Decennio Del Mare” leggiamo alcuni dati allarmanti.

Nel 2020, nel solo Regno Unito, nell’unica giornata del Black Friday sono stati emessi nell’atmosfera 429.000 tonnellate di gas serra.

E quanto sarebbe? Pari al peso di 61.308 elefanti!

In Italia si stima che il 50% degli acquisti sia online, con un consumo di plastica derivato dagli e-commerce pari al 35% di tutta la plastica prodotta nel nostro Paese. Inoltre, per acquistare nei negozi, durante il venerdì nero la congestione delle automobili aumenta l’inquinamento urbano anche del 35%.

Ma 9 italiani su 10 hanno dichiarato che vorrebbero trasformare il Black Friday in un Green Friday e nel 2022 il 64% dei consumatori si dice meno propenso ad acquistare durante queste giornate.

L’UNESCO ha dichiarato Decennio del Mare il periodo che va dal 2021 al 2030 per sensibilizzare sui temi della salvaguardia della natura e dello sviluppo sostenibile. I mari ci permettono di respirare perché, insieme alle foreste, sono la nostra riserva principale di ossigeno.

Il nostro Pianeta dovrebbe chiamarsi Pianeta Oceano o Pianeta Blu visto che la Terra è ricoperta da acqua salata, da mari e oceani, per circa il 70%. Mari e oceani sono una fonte di biodiversità: si stima che molte specie marine non sono state ancora classificate e studiate e alcuni esperti dicono che conosciamo meglio Marte che i più profondi fondali dei nostri mari.

Il mare dipende da noi così come noi dipendiamo dal mare e dagli oceani. Non solo per l’ossigeno, ma un mare in buona salute permette di aver flora e fauna sane, una vita e un turismo migliore lungo le coste, senza contare il grave problema dell’inquinamento da plastica e microplastica.

Mari e oceani sono essenziali tanto da essere stati inseriti nei 17 obiettivi dell’Agenda 2030: l’obiettivo 14 riguarda proprio la vita sott’acqua. Ogni cittadino, ogni azienda e tutti i governi sono chiamati ad agire per conservare e gestire in modo sostenibile le risorse marine.

Come si può rendere questa giornata del Black Friday un Blue Friday?

Decidendo di acquistare meno e meglio e non comprando in questi giorni solo perché ci sono offerte o perché tutti fanno così: si rischia di spendere soldi inutilmente, per oggetti che in realtà non ci servono.

È possibile prendere impegni concreti, leggere e firmare il Manifesto del Decennio Del Mare. Dieci sfide per dieci anni. Conoscere la bellezza di questa nostra risorsa unica, mari e oceani, per proteggerla e proteggere noi stessi.

Tag:

Post correlati