Jet privati: la classifica delle star che inquinano di più

da | Giu 18, 2024 | ambiente, inquinamento | 0 commenti

Un vero e proprio simbolo di iniquità sociale e inquinamento superfluo: i jet privati costituiscono un enorme problema, a dir la verità ancora abbastanza sottovalutato, per l’impatto che hanno sul clima e sull’ambiente. L’utilizzo massiccio e sconsiderato di questi mezzi di trasporto da parte di una piccola élite globale rappresenta una delle sfide più urgenti e delicate nella lotta contro i cambiamenti climatici.

Ma chi sono i super ricchi che inquinano di più?

Scopriamo in questo articolo le star americane che hanno fatto dei jet privati il loro mezzo di trasporto preferito, in barba alle lotte per il clima e la giustizia sociale.

Giustizia sociale: dove sei?

Non serve avere particolari conoscenze in economia per capire perché i jet privati sono uno dei simboli più chiari di ingiustizia sociale. Essi rappresentano il divario estremo tra la ricchezza di pochi e le difficoltà del resto del mondo che lotta per soddisfare bisogni di base come cibo, acqua e una casa.

Dove l’80% della popolazione mondiale non ha mai preso un volo, un piccolo manipolo di super ricchi utilizza jet privati per spostarsi anche per brevi distanze.

Un utilizzo esclusivo e dispendioso di un mezzo così inquinante sottolinea l’iniqua distribuzione delle risorse e il disinteresse per le conseguenze ambientali e sociali. Anche da parte di chi, sulla carta, si erge a paladino di cause sociali più o meno delicate e che, invece, soddisfa i propri bisogni di base con ingenti risorse.

L’insostenibile impatto ambientale dei jet privati

Inutile girarci intorno: l’impatto ambientale di questi aerei è devastante.

Avete presente quando si mette a confronto l’impatto di una macchina con quella di un mezzo pubblico? Se 50 persone prendono la propria auto privata per spostarsi inquineranno certamente di più che se prendessero tutte un solo autobus.

Lo stesso vale per gli aerei. E certo gli aerei di linea non sono i migliori mezzi, in termini ecologici, che potreste usare per muovervi. Figurarsi se si tratta di jet privati che si spostano più velocemente e anche per brevi distanze, per una singola persona o al massimo per il suo entourage.

Pensiamo che un volo di un’ora con un jet privato provoca quasi un terzo delle emissioni totali di gas serra che un cittadino europeo medio emette in un anno: ovvero 6,8 tonnellate di CO2 equivalente. Nel 2018, a provocare il 50% di tutte le emissioni del trasporto aereo è stato solo l’1% della popolazione mondiale (i super ricchi che possono permettersi velocissimi jet privati).

Per guardare tutto da più vicino: Italia, Regno Unito e Francia sono i primi tre Paesi europei per voli privati, responsabili di quasi la metà delle emissioni di CO2 da jet privati (solo nel 2019, sono stati registrati oltre 60 mila voli in Europa).

Piccola nota a margine (tutt’altro che trascurabile): oltre alla CO2, i jet privati causano quantità sproporzionate di particolato, un mix di particelle solide e goccioline che si trovano nell’aria, estremamente dannose per il clima perché assorbono le radiazioni e influenzano la formazione di nubi, oltre ad avere effetti negativi sul sistema respiratorio e cardio-polmonare.

La classifica delle star americane che inquinano di più

Recentemente smascherata da un content creator su Twitter per la frequenza di voli privati, la cantante Taylor Swift ha attirato non pochi commenti negativi e critiche. Nonostante il recente scandalo, però non è lei la più viziosa della classifica, superata dall’imprenditrice e star dei reality Kylie Jenner, che fa spesso notizia per l’uso assiduo del suo aereo privato, anche per tragitti brevi, e la sorellastra Kim Kardashian, icona del lusso e della moda. E persino da Oprah, la celebre conduttrice e imprenditrice, che utilizza regolarmente questo mezzo per spostarsi.

Secondo i dati di JetSpy, una piattaforma che monitora i movimenti dei jet privati ​​delle celebrità più famose, in questi ultimi mesi i più spreconi sarebbero stati Pitbull, Travis Scott e (rieccola di nuovo) Kim Kardashian. Questi tre super ricchi dominano la classifica con un certo stacco rispetto agli altri, ma vediamo più nel dettaglio:

1. Pitbull: primo della classifica, ha causato 4.549 tonnellate di CO2 con i suoi 396 voli su jet privati.
2. Segue Travis Scott, con 3.760 tonnellate di CO2 in 203 voli.
3. Kim Kardashian al terzo posto con 210 voli e 3.204 tonnellate di CO2.

E ancora:
4. Drake: 2.515 tonnellate di CO2 in 112 voli
5. Floyd Mayweather: 2.359 tonnellate di CO2 in 191 voli
6. Jay Z/Beyoncé: 2.248 tonnellate di CO2 in 213 voli
7. Oprah Winfrey: 2.139 tonnellate di CO2 in 182 voli
8. Blake Shelton: 1.929 tonnellate di CO2 CO2 in 235 voli
9. Kylie Jenner: 1.868 tonnellate di CO2 in 151 voli
10. John Travolta: 1.701 tonnellate di CO2 in 232 voli
11. Mark Wahlberg: 1.384 tonnellate di CO2 in 131 voli
12. Luke Bryan: 1.109 tonnellate tonnellate di CO2 in 214 voli
13. Taylor Swift: 1.055 tonnellate di CO2 in 133 voli
14. Kenny Chesney: 1.043 tonnellate di CO2 in 196 voli
15. Kid Rock: 933 tonnellate di CO2 in 205 voli
16. Harrison Ford: 517 tonnellate di CO2 in 67 voli

Tirando le somme, quindi, mentre milioni di persone nel mondo si sforzano di ridurre il proprio impatto ambientale, pochi privilegiati continuano a inquinare in modo sproporzionato. Un esempio negativo in un’epoca in cui la lotta ai cambiamenti climatici dovrebbe essere una priorità per tutti.

Tag: aerei

Post correlati

Una schiuma bianca inquina la Costa d’Argento

Una schiuma bianca inquina la Costa d’Argento

Una schiuma bianca e maleodorante inquina le spiagge della Costa d’Argento. L’Associazione Difesa di Ansedonia ha presentato un esposto alla Procura di Grosseto per proteggere l’ecosistema marino.