Yam e taro: scopri le loro proprietà e valori nutrizionali

da | Apr 5, 2024 | alimentazione, vivere green | 0 commenti

Ti è mai capitato di assaggiare come alternativa alle patate un piatto con taro, yam o topinambur? Si tratta di tuberi che possono essere impiegati, proprio come le patate, in una vasta gamma di preparazioni.

Per una cucina variegata e originale, infatti, vale la pena esplorare anche altre opzioni oltre a quelle classiche, purtroppo prese poco in considerazione ma altrettanto valide dal punto di vista nutrizionale. Del topinambur te ne abbiamo parlato in questo articolo; oggi invece scopriremo altre due interessanti alternative, il taro e lo yam.

Taro: una radice nutriente dal sapore unico

Anche il taro è una radice tuberosa, con un sapore distintivo e una consistenza cremosa che lo rendono una scelta interessante in diverse ricette. Ma le sue qualità non si limitano al suo ruolo in cucina, perché è anche una fonte preziosa di nutrienti.

Il taro è ricco di fibre, che favoriscono la salute digestiva e contribuiscono a mantenere stabili i livelli di zucchero nel sangue, e contiene anche vitamina C, vitamina E, vitamina B6. Inoltre, è una fonte di potassio, come lo yam, che promuove la salute cardiovascolare e l’equilibrio elettrolitico, e di altri minerali come calcio, magnesio e ferro.

Una delle caratteristiche più interessanti del taro è la presenza di fitonutrienti come i polifenoli, che hanno dimostrato proprietà antinfiammatorie e antiossidanti. Questi composti possono aiutare a ridurre l’infiammazione nel corpo e a proteggere le cellule dai danni causati dai radicali liberi.

Anche il taro è particolarmente sfruttato nella tradizione culinaria asiatica, africana e sudamericana.

Yam: un’esplosione di nutrienti

Lo yam è una radice tuberosa, ricca di amido, che ha radici profonde nella tradizione culinaria di molte culture in tutto il mondo, in particolare in Messico, Texas, Asia e Africa.

È noto per essere una fonte eccellente di carboidrati complessi, che forniscono energia sostenuta per il corpo. Ma non solo. Rispetto ad altre radici, lo yam è particolarmente ricco di vitamine essenziali come la vitamina C, che supporta il sistema immunitario, e la vitamina B6, che è fondamentale per il metabolismo energetico. Inoltre, è una buona fonte di potassio, un minerale cruciale per la salute cardiaca e il controllo della pressione sanguigna.

Ma ciò che rende lo yam ancora più interessante sono i suoi composti antiossidanti, come i carotenoidi e i flavonoidi, che combattono lo stress ossidativo nel corpo e possono contribuire a ridurre il rischio di malattie croniche, come le malattie cardiache e il diabete di tipo 2.

Lo yam è anche una fonte vegetale di proteine, che forniscono un contributo essenziale soprattutto per coloro che seguono una dieta prevalentemente a base vegetale o vegana.

Come cucinano lo yam e il taro nel mondo

Lo yam è un ingrediente essenziale nella cucina africana, proprio perché si tratta di una pianta resistente e disponibile durante tutto l’anno. Accompagnato da salse ricche di sapori o trasformato in dolci, lo yam viene impiegato in tantissime preparazioni (come in Nigeria, dove diventa polvere per zuppe e budini) e può essere bollito, fritto o cotto in forno. Nelle Filippine, è la base per un dolce del posto, l’happy halo-halo, mentre in Giappone si consuma crudo e grattugiato.

In Cina, il taro viene cotto al vapore, bollito o saltato in padella, e si accompagna a carni pregiate oppure fa da ripieno nei ravioli cinesi. In India, il taro si fonde con i profumi dei curry e degli stufati di lenticchie, oppure si consuma a colazione, fritto in pastella come pancake. Mentre in Giappone, immerso in brodo di pesce e salsa di soia, un tempo sostituiva il riso del riso nella cucina quotidiana. Dal classico poi hawaiano, cremoso e nutriente, alle fermentazioni che lo rendono ancora più speciale, è un pilastro della cucina hawaiana.

Come adattare il taro e lo yam alla nostra cucina

Ecco alcuni suggerimenti per gustare questi due tuberi nella tua alimentazione di tutti i giorni:

  • Yam al forno: taglia lo yam a fette, condiscilo con un filo d’olio d’oliva e le tue spezie preferite, quindi cuocilo al forno fino a quando diventa morbido e leggermente dorato. Puoi gustarlo come contorno o aggiungerlo a insalate e bowl di cereali integrali.
  • Taro arrosto: taglia il taro a cubetti e rosolalo leggermente in padella con un po’ d’olio d’oliva e spezie come il rosmarino e l’aglio. Una volta dorato, cuocilo in forno fino a quando diventa tenero. Il risultato sarà un piatto delizioso e nutriente.
  • Zuppa di yam e taro: Sfrutta la cremosità del taro per preparare una zuppa nutriente. Cuoci a vapore cubetti di yam e taro con cipolla, sedano e brodo vegetale, poi frulla il tutto fino a ottenere la consistenza di una vellutata.

Post correlati