Come fare volontariato nei canili e gattili della tua città

da | Giu 19, 2023 | pets, vivere green | 0 commenti

Se stai cercando come fare volontariato nei canili e gattili della tua città in questo articolo ti spiegheremo tutto quello che c’è da sapere per cominciare questa fantastica attività che arricchirà te e gli animali di cui ti prenderai cura.

Per comprendere come fare volontariato nei canili e gattili della tua città devi conoscere alcune informazioni importanti sul rapporto con gli animali, ma a parte questo, l’unica cosa di cui hai bisogno è tanto amore per cani e gatti e la voglia di fare del bene, non solo a loro, ma anche a te: passare qualche ora in compagnia di un animale è un ottimo modo per liberare la mente e rilassarsi, gratificati dalla loro compagnia e dalla consapevolezza che li stiamo aiutando.

Come fare volontariato per gli animali?

Innanzitutto, cerca i canili e i gattili della tua città, puoi farlo da una semplice ricerca online o contattando le associazioni veterinarie più vicine a casa che ti reindirizzeranno nei posti giusti, dandoti anche qualche informazione aggiuntiva.

Il primo passo è quello di visitare il canile o il gattile di riferimento per comprendere di che tipo di struttura si tratta, come sono tenuti cani e gatti, la quantità di animali con cui potresti avere a che fare, di cosa hanno bisogno e soprattutto per incontrare altri volontari. Trattandosi appunto di volontari, saranno ben disponibili a raccontarti le loro esperienze e darti una prima infarinatura su cosa significhi dedicare il proprio tempo ad animali abbandonati o in cerca di un padrone.

Se a questo punto sarai decis* a diventare a tua volta volontari*, allora probabilmente dovrai tenere un corso di formazione, al termine del quale dovrai compilare un questionario. Ogni canile o gattile ha le sue procedure, ma in linea di massima i corsi di formazione durano qualche ora, generalmente da un minimo di due ore a un massimo di sedici ore, e servono a spiegare come un animale finisce all’interno di quelle strutture, qual è il compito delle strutture e dei volontari che aiutano a mandarle avanti, quali sono le precauzioni da prendere per lavorare in completa sicurezza e altri particolari relativi al lavoro di volontariato.

Cosa fa un* volontari* in un canile o gattile?

Se stai pensando che fare il volontari* significhi solamente portare a spasso i cani ti sbagli! Il bello di canili e gattili è che potrai dare il tuo aiuto come volontario a seconda di ciò che ti fa sentire più a tuo agio: sono molti i servizi (e i beni) di cui queste strutture hanno bisogno, per questo motivo avrai molte possibilità di dare il tuo contribuito.

Stare a contatto con gli animali

Potresti sentirti a tuo agio a contatto con gli animali, lavandoli, dandogli da mangiare o effettivamente portandoli a spasso. Molti volontari si affezionano a uno o più animali e sentono l’esigenza di andarli a trovare e di passare del tempo con loro, per cui si organizzano per fare ciò, per la gioia degli animali stessi che li aspettano con ansia.

Lavori d’ufficio

Potresti invece amare gli animali, ma non sentirti completamente a tuo agio a esserne eccessivamente a contatto: in questo caso ci sono altre mansioni che necessitano di volontari.

Canili e gattili sono strutture che hanno bisogno anche di attività amministrative, attività d’ufficio e gestioni burocratiche, necessitano di farsi conoscere, di trovare fondi e perché no, di arruolare altri volontari. Anche in questo caso troverai quindi il modo di dare il tuo contributo e di aiutare, direttamente o indirettamente, i tuoi amati animali.

Dal marketing ai lavori amministrativi, dall’informatica alla grafica, se vuoi aiutare un canile o un gattile troverai certamente il modo in cui farlo.

Donazioni

Infine, potresti amare gli animali e sentire la necessità di aiutarli, ma non avere il tempo materiale da dedicare al canile o al gattile. In questo caso potresti donare materiale utile alle strutture, andando di tanto in tanto a vedere di cos’hanno bisogno e procurare materiale se ti è possibile.

Quanto si guadagna per fare volontariato?

L’attività di volontariato, come dice il nome stesso, è qualcosa che si fa volontariamente, con l’obiettivo di aiutare, non di percepire un guadagno.

Si tratta tuttavia di un’attività talmente appassionante e gratificante, soprattutto nel caso di canili e gattili, in cui si sta a contatto con animali estremamente empatici, gioiosi e che manifestano apertamente la necessità del rapporto con gli uomini, che molti volontari decidono di diventare impiegati e dipendenti del canile full o part time. In questo caso gli stipendi sono connessi alle possibilità del comune di riferimento, che solitamente paga dagli 800 ai 1200 al mese per questo tipo di mansioni.

Quanto guadagnano canili e gattili?

Vogliamo parlarvi anche di questo per comprendere quanto sia importante l’attività dei volontari per canili e gattili.

Queste strutture sono infatti sovvenzionate a livello comunale e solitamente percepiscono una cifra che va dai 100€ ai 150€ mensili per ogni animale custodito: cifra che serve a comprare cibo, materiale e soprattutto cure per gli animali. Ricordiamo infatti che molti dei cani e gatti nei canili sono animali abbandonati o randagi che necessitano di cure e medicine costose, a carico di canili e gattili.

Per questo motivo un aiuto volontario, anche per svolgere le mansioni più semplici o noiose, è fondamentale per contribuire alla sopravvivenza di queste strutture, e degli animali che stanno aiutando.

A che età si può fare volontariato in un canile o gattile?

I 18 anni rappresentano l’età da cui sicuramente si può fare volontariato in canili e gattili; al di sotto della maggiore età dipende da comune a comune, in linea di massima l’età minima parte dai 16 anni, con l’autorizzazione o l’accompagnamento dei genitori. Tuttavia, potete consultare canili e gattili del vostro comune per conoscere nel dettaglio la regolamentazione.

Volontariato al canile per i minorenni

Considerato quindi che anche i minorenni possono fare volontariato, consigliamo in particolar modo di prendere in considerazione l’idea di far fare del volontariato in canili e gattili ai vostri ragazzi.

A prescindere che lo facciate come insegnamento o come punizione, l’attività di volontariato è certamente propedeutica a crescere delle persone migliori: la maggior parte dei ragazzi ama gli animali e si dimostra propensa ad aiutarli. Se l’attività di volontariato in ospedale o in una casa di riposo potrebbe nella maggior parte dei casi essere percepite come attività noiose, aiutare cani e gatti è considerato più come un gioco che come un lavoro.

Al contempo però, questo aiuto aumenta la consapevolezza che i vostri ragazzi avranno verso il prossimo, la consapevolezza che l’aiuto e l’altruismo sono valori importanti, e che dedicare il proprio tempo volontariamente per dare il proprio aiuto sia qualcosa che accresce.

Cosa serve per fare volontariato in canili e gattili?

Se sei arrivat* sin qui avrai compreso che per fare volontariato in canili e gattili è sufficiente la voglia di aiutare gli animali. Oltre a questo basta un po’ di tempo libero da dedicare alla struttura che deciderai di aiutare e un minimo di formazione iniziale per poter svolgere il tuo lavoro al meglio.

Fare volontariato in un canile o un gattile è un’attività sana, appagante e rilassante, che ti permette di aiutare animali in difficoltà e che hanno bisogno di aiuto e compagnia e, soprattutto, di crescere assieme a loro.

Post correlati