Le alghe azzurre: un superfood ricco di benefici per la tua salute

da | Apr 10, 2024 | alimentazione, vivere green | 0 commenti

Ricche di nutrienti e con moltissimi benefici per la salute, tanto da essere considerati veri e propri superfood: le alghe azzurre stanno guadagnando una certa popolarità in tema di benessere e stile di vita sano. Popolarità che in realtà arriva da lontano, visto che questi organismi (tecnicamente andrebbero definiti cianobatteri) sono stati utilizzati a lungo nella cucina e nella medicina tradizionale.

Che cosa sono le alghe azzurre

I cianobatteri, definiti impropriamente alghe azzurre, sono organismi microscopici che prosperano in ambienti acquatici, dall’acqua dolce ai mari tropicali. Si distinguono per il loro colore blu-verde, che deriva dalla presenza di pigmenti fotosintetici. Questi organismi svolgono un ruolo significativo negli ecosistemi acquatici, contribuendo alla produzione di ossigeno attraverso la fotosintesi e al ciclo dei nutrienti.

Alcune specie di alghe azzurre sono commestibili e vengono utilizzate molto nella tradizione culinaria di alcune culture, mentre altre possono produrre tossine nocive per gli esseri umani e gli animali.

I benefici per la salute delle alghe azzurre

Le alghe azzurre sono una fonte straordinaria di proteine, vitamine, minerali e antiossidanti. Le proteine presenti nelle alghe azzurre contengono tutti gli amminoacidi essenziali. Caratteristica che le rende una preziosa fonte di proteine completa per i vegetariani e i vegani. Inoltre, sono ricche di vitamine del gruppo B, vitamina C, vitamina E e vitamina K, nonché di minerali come ferro, calcio, magnesio e potassio.

Grazie alla loro composizione nutrizionale unica, le alghe azzurre offrono una serie di benefici per la salute. Numerosi studi, infatti, hanno dimostrato che possono migliorare la funzione cerebrale, sostenere il sistema immunitario e la salute del cuore.

Diversi tipi di alghe azzurre

Esistono diverse varietà di alghe azzurre, ciascuna con caratteristiche uniche e benefici specifici. Scopriamone alcune:

  • L’alga spirulina è una delle alghe azzurre più studiate e utilizzate. Nota per il suo colore verde-blu brillante e la sua forma a spirale (da cui deriva il suo nome), contiene tutti gli amminoacidi essenziali ed è quindi una fonte eccellente di proteine. È ricca di vitamine del gruppo B, vitamina C, vitamina E e vitamina K ed è una fonte importante di betacarotene, che il corpo converte in vitamina A. La spirulina viene comunemente utilizzata come integratore alimentare per sostenere la salute generale e aumentare l’energia. Scopri di più sulla spirulina in questo articolo.
  • La chlorella è un’alga verde unicellulare con elevati livelli di clorofilla. Questa alga è un potente disintossicante, in grado di legare e rimuovere metalli pesanti e altre tossine dal corpo; è anche ricca di proteine, vitamine e minerali, tra cui vitamina B12, ferro e magnesio. Solitamente si assume in polvere o compresse ed è spesso utilizzata come integratore alimentare.
  • L’aphanizomenon flos-aquae (AFA) è un’alga azzurra selvatica che cresce nei laghi di acqua dolce. È ricca di nutrienti, compresi acidi grassi omega-3, proteine e vitamine. Contiene anche fitocianine, potenti antiossidanti che possono proteggere le cellule dai danni dei radicali liberi. È spesso consumata sotto forma di integratore alimentare per migliorare il benessere generale e la salute del cervello. L’AFA, infatti, è nota per la capacità di sostenere la salute del sistema nervoso e migliorare l’umore e la concentrazione.
  • Quando parliamo di nostoc ci riferiamo a un genere di alghe azzurre che comprende diverse specie, alcune delle quali sono commestibili. Si trova spesso in habitat umidi come suoli, rocce e corpi d’acqua stagnante. Le specie commestibili sono ricche di proteine e carboidrati e sono consumate in alcune culture come fonte di cibo; altre specie possono essere tossiche e devono essere evitate.

Come includerle nella tua dieta

Ricche di nutrienti essenziali, possiamo aggiungere le alghe azzurre in una varietà di piatti per aumentare il valore nutrizionale del pasto oppure, più semplicemente, assumerle sotto forma di integratori.

Una delle modalità più comuni per consumarle è aggiungerle a frullati o smoothie: basta aggiungere una piccola quantità di polvere al tuo frullato preferito per arricchire la bevanda con proteine, vitamine e minerali aggiuntivi. Questo metodo è particolarmente adatto per coloro che desiderano un’opzione rapida e conveniente per aumentare l’apporto nutrizionale giornaliero.

La polvere può essere utilizzata anche come condimento per insalate, zuppe o piatti a base di cereali o verdure, oppure anche nella preparazione di dolci. Oltre al mix di nutrienti aggiuntivi, aggiungere le alghe azzurre alle tue pietanze, regalerà loro un colore particolare a seconda del dosaggio.

Infine, le alghe azzurre sono disponibili anche sotto forma di integratori alimentari, come compresse o capsule. Un modo per integrarle nella nostra routine quotidiana in modo semplice e veloce. Basterà seguire le indicazioni sulla confezione per avere un apporto regolare di nutrienti essenziali.

Possibili controindicazioni

Anche se le alghe azzurre offrono numerosi benefici per la salute, è importante essere consapevoli delle possibili controindicazioni associate al loro consumo. Alcune specie di alghe azzurre possono accumulare tossine nocive, come microcistine e anatoxine, che possono causare danni al fegato e al sistema nervoso se ingerite in quantità eccessive. Inoltre, le alghe azzurre possono contenere iodio in concentrazioni variabili, il che potrebbe rappresentare un rischio per coloro che soffrono di ipertiroidismo o che hanno sensibilità all’iodio. È importante anche considerare il potenziale rischio di contaminazione da metalli pesanti o inquinanti ambientali nelle alghe raccolte in determinate aree. Prima di aggiungere le alghe azzurre alla propria dieta, è consigliabile consultare uno specialista, soprattutto in caso di condizioni mediche preesistenti o donne in gravidanza.

Post correlati