Mucillagini: il segreto naturale per una nutrizione equilibrata

da | Feb 1, 2024 | alimentazione, vivere green | 0 commenti

Presenti in molte piante, le mucillagini hanno diverse funzioni, tra cui quelle di assorbire e trattenere l’acqua, garantendo alle piante la capacità di resistere alla siccità.

In ambito fitoterapico, le mucillagini hanno diverse applicazioni perché svolgono un ruolo importante anche per l’organismo umano.

Che cos’è la mucillagine e a cosa serve

La mucillagine viene prodotta soprattutto dalle piante succulente, dalle alghe, dai licheni e dai semi oleosi.

Si tratta di una sostanza viscida che assorbe e trattiene l’acqua e si trasforma in una sorta di gelatina che assicura un’idratazione prolungata alle piante. Essa infatti si espande al contatto con l’acqua senza dissolversi in essa e forma materiale vischioso, simile a un gel.

Nelle piante, le mucillagini svolgono diversi compiti: proteggono la pianta da microrganismi patogeni, favoriscono la germinazione e, soprattutto, accumulano acqua per rendere la pianta più resistente alla siccità.

Proprio per questa capacità di rigonfiarsi a contatto con l’acqua destano particolare interesse in ambito fitoterapico.

Come agiscono le mucillagini nel nostro organismo?

Quando le mucillagini entrano in contatto con l’acqua, quindi, la assorbono e la intrappolano, dilatandosi e formando soluzioni gelatinose ma non adesive. Questo meccanismo di azione si concentra sull’intestino e sull’apparato digerente, agendo in due modi principali:

  • nel tratto intestinale: le mucillagini, una volta ingerite, agiscono sul tratto intestinale, offrendo un aiuto naturale contro la stitichezza.
  • Nello stomaco: distendono le pareti dello stomaco, riducendo l’appetito in modo naturale.

Proprietà e impiego delle mucillagini

Le mucillagini svolgono un ruolo cruciale nella fitoterapia perché hanno una serie di benefici per la salute.

Queste sostanze infatti:

  • hanno un effetto lassativo: le mucillagini rendono le feci più morbide e stimolano la progressione del contenuto intestinale, offrendo un rimedio naturale contro la stitichezza. A differenza di altri lassativi, le mucillagini presentano effetti collaterali limitati.
  • Riducono il senso di fame: dilatando le pareti dello stomaco, le mucillagini sopprimono lo stimolo della fame, contribuendo a regolare l’appetito in modo naturale e delicato.
  • Contrastano le infiammazioni: le mucillagini dimostrano efficacia nel contrastare le infiammazioni delle vie respiratorie, agendo come espettoranti e antitussivi. Inoltre, sono utilizzate esternamente per impacchi dalle proprietà lenitive.

Ma non solo. Alcuni approfondimenti hanno dimostrato che le mucillagini svolgono un ruolo chiave nella gestione del colesterolo e del diabete. Riducono infatti l’assorbimento del colesterolo e modulano positivamente quello degli zuccheri, contribuendo così alla prevenzione dell’ipercolesterolemia e del diabete.

Come assumere le mucillagini

Solitamente vendute in farmacia o erboristeria, le mucillagini si possono assumere tramite integratori oppure attraverso tisane e infusi preparati con fiori e foglie ricchi di queste sostanze. Tra questi ricordiamo:

  • i semi oleosi (semi di lino, di chia e di psillio)
  • le alghe (come l’agar agar)
  • l’aloe vera
  • la calendula
  • la malva
  • la camomilla

Semi di psillio

Utilizzati soprattutto per trattare stitichezza e costipazione. L’assunzione regolare, secondo alcuni studi, può contribuire a ridurre i livelli di colesterolo cattivo, senza influenzare i livelli di colesterolo buono e trigliceridi.

Mucillagine di malva

La mucillagine di malva, che si trova nelle foglie e nei fiori, apporta benefici per l’intestino, ha effetti positivi sulle infiammazioni della gola e delle vie respiratorie ed è un rimedio naturale per i capelli danneggiati.

Mucillagine di semi di lino

Consigliata per la stipsi, la mucillagine di semi di lino (ricchi di minerali, fibre, proteine e Omega 3) agisce in modo naturale sul tratto intestinale.

Possibili controindicazioni

Le mucillagini sono sicure ed efficaci contro la stitichezza e hanno effetti collaterali limitati. Tuttavia, è importante evitare dosi eccessive o un uso prolungato, in quanto potrebbero causare disturbi minori come meteorismo e crampi addominali.

Tag: salute

Post correlati

Cosa devi sapere sul ragno violino

Cosa devi sapere sul ragno violino

Il ragno violino, Loxosceles rufescens, è di piccole dimensioni e un aspetto apparentemente innocuo, ma può essere estremamente pericoloso. Ecco cosa sapere.