8 curiosità sui corvi che devi assolutamente conoscere

da | Giu 21, 2024 | vivere green | 0 commenti

Nella cultura popolare, i corvi sono animali associati al mistero. Inquietanti, simboli di sventura e morte, compaiono in racconti gotici, film horror e favole macabre, spesso come compagni fedeli di oscure figure.

Leggende a parte, però, i corvi sono animali intelligentissimi. Pensiamo, ad esempio, che questi volatili sono i protagonisti indiscussi di un progetto pilota a Södertälje, in Svezia, dove in cambio di cibo vengono addestrati a raccogliere e depositare mozziconi in una macchina per lo smaltimento. Questioni etiche a parte, non solo risolvono un problema ambientale, ma lo fanno a costi bassissimi.

Ma cosa sappiamo davvero sui corvi?

In questo articolo scopriremo alcune caratteristiche, dalla loro straordinaria intelligenza alle complesse dinamiche sociali, che li rendono animali davvero unici. Non li guarderai più nello stesso modo, te lo assicuriamo.

Corvidi: quello che c’è da sapere su questa specie

I corvidi (Corvidae Vigors) sono una famiglia di uccelli passeriformi che include diverse specie come corvi, cornacchie, ghiandaie, gazze e taccole. Questa famiglia è distribuita in tutto il mondo, con una particolare concentrazione nelle regioni temperate. Di dimensioni generalmente più grandi rispetto ad altri passeriformi, i corvidi presentano un piumaggio scuro, sebbene alcune specie, come le ghiandaie, mostrino colori vivaci.

Una caratteristica distintiva dei corvidi è la loro notevole intelligenza. In particolare, gli uccelli del genere Corvus, che include corvi, cornacchie e taccole (praticamente circa un terzo di tutti i corvidi) sono riconosciuti per le loro capacità cognitive avanzate. Questi uccelli sono in grado di utilizzare strumenti, risolvere problemi complessi e dimostrare una memoria a lungo termine. Studi scientifici hanno evidenziato come i corvi possano pianificare azioni future e comprendere concetti di causalità, capacità che li pongono al livello di primati e cetacei in termini di intelligenza.

Le diverse specie del genere Corvus sono distribuite in varie parti del mondo e comprendono il Corvus corax (corvo imperiale), il Corvus frugilegus (corvo comune), il Corvus corone (cornacchia nera), e il Corvus monedula (taccola). Queste specie si adattano a una vasta gamma di habitat, dimostrando grande versatilità e capacità di sopravvivenza in ambienti diversi.

8 curiosità sui corvi che forse non conoscevi

Ecco allora 8 curiosità su questi animali unici.

  1. I corvi usano e creano strumenti. In particolare i corvi della Nuova Caledonia non solo usano bastoncini per pescare insetti, ma li creano anche. Possono modellare ramoscelli in strumenti uncinati, dimostrando un livello avanzato di sofisticazione cognitiva.
  2. Capacità di riconoscere i volti umani. Questi animali possono riconoscere i volti umani e ricordare persone specifiche per anni. Possono anche condividere queste informazioni con altri corvi, dimostrando una memoria eccezionale e capacità di comunicazione.
  3. Riti funebri per i loro morti. Si radunano intorno ai compagni deceduti in quelli che sembrano dei veri e propri funerali. Questo comportamento potrebbe essere legato all’apprendimento del pericolo, piuttosto che al lutto.
  4. Dialetti regionali. I corvi producono suoni che variano da regione a regione, simili ai dialetti umani. Se un corvo cambia stormo, adatta le sue chiamate per conformarsi al nuovo gruppo.
  5. Strategie alimentari ingegnose. I corvi giapponesi lasciano cadere noci sulle strade per farle schiacciare dalle auto, dimostrando un uso intelligente dell’ambiente per ottenere cibo. Altri corvi lasciano cadere lumache e noci da grandi altezze per romperne i gusci.
  6. Monogamia sociale. Questi animali si accoppiano per la vita, ma la loro fedeltà è relativa. Sono socialmente monogami ma geneticamente promiscui, con analisi che mostrano una paternità multipla nelle nidiate.
  7. Capacità di risolvere enigmi. I corvi possono risolvere enigmi complessi, con un capacità simile a quella dei bambini umani di età compresa tra 5 e 7 anni. Possono pianificare e usare strumenti per raggiungere obiettivi futuri.
  8. Ruolo di aiutanti per i giovani corvi. I giovani corvi spesso rimangono con i genitori per aiutare nella cura dei nuovi nati. Questa cooperazione familiare può includere fino a 15 individui, contribuendo alla sopravvivenza e alla crescita della famiglia.

Post correlati