Frutta e verdura disponibili a luglio per una nutrizione naturale

da | Giu 28, 2024 | alimentazione, Speciale: Estate, vivere green | 0 commenti

Estate: tempo di macedonie e insalate fresche. La frutta e la verdura disponibili a luglio, e in generale in questo periodo dell’anno, sono sicuramente le più amate da tutti: è difficile trovare qualcuno pronto a rifiutare una bella fetta di anguria o una ciotola di fragole e panna.

Mangiare frutta e verdura di stagione è generalmente la scelta migliore per il nostro organismo (che evita così di entrare a contatto con alimenti trattati) e per il nostro Pianeta (a cui risparmieremo rifiuti inutili di imballaggi ed emissioni nocive legate ai trasporti, oltre a notevoli quantità di acqua e fertilizzanti che solitamente si impiegano nelle serre per le coltivazioni fuori stagione).

Il consiglio quindi è mangiare quanto più possibile seguendo le stagioni e quello che la natura ci offre. Oggi vogliamo parlarvi della frutta e della verdura disponibili a luglio: ecco le loro caratteristiche nutrizionali più importanti.

Frutta di luglio

  • Albicocche: buona fonte di vitamine A e C, che supportano la salute della pelle e del sistema immunitario, contengono anche fibre, utili per il transito intestinale. Sceglietele con la buccia liscia e priva di ammaccature, leggermente morbide al tatto. Conservatele in frigorifero per mantenerle fresche più a lungo. Le albicocche possono essere gustate fresche, utilizzate per fare marmellate, o aggiunte a dolci e dessert, o essiccate per uno snack salutare. Prima di consumarle, lavatele bene sotto l’acqua corrente.
  • Anguria: è ricca di acqua, ideale per mantenersi idratati durante i caldi mesi estivi. Fornisce vitamine A e C e antiossidanti come il licopene. Scegliete angurie con la buccia uniforme e senza ammaccature, e un suono sordo quando le battete. Conservate l’anguria in un luogo fresco e consumatela entro pochi giorni fresca, aggiunta a insalate di frutta, o aggiunta in smoothie e dessert. Prima di consumarla, lavate bene la buccia per evitare contaminazioni.
  • Amarene: ricche di antiossidanti, come le antocianine, contengono anche vitamine A e C. Scegliete amarene sode e di colore intenso, evitando quelle con segni di muffa o eccessivamente morbide. Possono essere consumate fresche, in succhi, o come ingrediente per dolci come torte e crostate o confetture. Conservatele in frigorifero e consumatele entro pochi giorni per garantire la freschezza; lavatele accuratamente prima del consumo.
  • Ciliegie: forniscono vitamine A e C, oltre a potassio e hanno anche proprietà antiossidanti grazie ai polifenoli. Scegliete ciliegie sode e di colore uniforme, evitando quelle con macchie o ammaccature. Conservatele in frigorifero e lavatele prima di consumarle. Le ciliegie possono essere mangiate fresche, utilizzate in torte, crostate, o come snack.
  • Fichi: buona fonte di fibre e potassio, contengono anche antiossidanti come i polifenoli. Scegliete fichi morbidi ma non molli, con buccia liscia e senza segni di muffa. Conservateli in frigorifero e consumateli freschi entro pochi giorni. I fichi possono essere gustati freschi, aggiunti a insalate, o utilizzati in dessert e confetture.
  • Fragole: ricche di vitamina C e antiossidanti come le antocianine. Contengono anche fibre. Sceglietele con colore rosso vivo e privo di ammaccature, evitando quelle con segni di muffa, e conservatele in frigorifero per consumarle entro pochi giorni. Lavatele bene sotto l’acqua corrente prima di consumarle.
  • Lamponi: ricchi di fibre e vitamina C, utili per la digestione e il sistema immunitario. Contengono anche antiossidanti come le antocianine. Cercate frutti sodi e con colore intenso, evitando quelli con segni di muffa o eccessivamente molli. Conservateli in frigorifero e consumateli entro pochi giorni. Possono essere consumati freschi, utilizzati in dessert, frullati, o aggiunti a cereali e yogurt.
  • Melone: frutto ricco di antiossidanti, acqua, vitamine A e C. Sceglietelo pesante e con profumo dolce, evitando quelli con macchie o ammaccature, e conservatelo in frigorifero una volta aperto. Prima di consumarlo, lavate bene la buccia per evitare contaminazioni.
  • Mirtilli: buona fonte di antiossidanti e vitamina C, fibre. Conservateli in frigorifero e consumateli entro pochi giorni. I mirtilli possono essere gustati freschi, utilizzati in dolci, smoothie, o aggiunti a cereali e yogurt.
  • More: ricche di fibre e vitamine C e K, che supportano la digestione e la salute delle ossa. Contengono anche antiossidanti come le antocianine. Le more possono essere gustate fresche oppure utilizzate in dessert, frullati, o aggiunte a cereali e yogurt. Prima di consumarle, lavatele bene sotto l’acqua corrente e conservatele in frigorifero.
  • Pesche: forniscono vitamine A e C e fibre. Cercate frutti con buccia vellutata e profumo dolce e conservatele a temperatura ambiente finché non maturano, poi in frigorifero.
  • Ribes: ricco di vitamina C, fibre e antiossidanti. Il ribes può essere gustato fresco, utilizzato in dolci, marmellate, o aggiunto a cereali e yogurt. Prima di consumarlo, lavatelo bene sotto l’acqua corrente.

Verdura di luglio

  • Broccoli: ricchi di vitamine C e K, fibre e antiossidanti come i sulforafani. Scegliete broccoli con teste compatte e di colore verde intenso, evitando quelli con fiori gialli o segni di muffa. Conservateli in frigorifero e consumateli entro pochi giorni cotti a vapore, saltati in padella, o aggiunti a zuppe e insalate.
  • Cavolfiore: buona fonte di vitamine C e K, fibre e antiossidanti come i glucosinolati. Scegliete cavolfiori con teste compatte e bianche, conservateli in frigorifero e consumateli entro pochi giorni. Il cavolfiore può essere cotto a vapore, arrostito, o utilizzato in zuppe e purè.
  • Cetrioli: ricchi di acqua e di vitamina K, che supporta la salute delle ossa, contengono anche fibre e antiossidanti come i flavonoidi. Sceglieteli sodi e con buccia liscia, conservateli in frigorifero e consumateli entro pochi giorni. I cetrioli possono essere gustati freschi in insalate, utilizzati per fare sottaceti, o aggiunti a smoothie e succhi.
  • Finocchi: buona fonte di fibre e vitamina C e contengono anche potassio. Scegliete finocchi con bulbi sodi e bianchi, evitando quelli con macchie scure o segni di muffa. Conservateli in frigorifero e consumateli entro pochi giorni. I finocchi possono essere gustati crudi in insalate, cotti al vapore, o utilizzati in zuppe e stufati.
  • Fagioli: forniscono proteine e fibre e vitamine del gruppo B. Cercate baccelli verdi e sodi, conservateli in frigorifero e consumateli entro pochi giorni. I fagioli possono essere cotti al vapore, utilizzati in zuppe e insalate, o saltati in padella con altre verdure. Prima di cucinarli, lavateli bene sotto l’acqua corrente e rimuovete eventuali fili duri dai baccelli.
  • Mais dolce: ricco di vitamine del gruppo B, fibre, antiossidanti come la luteina. Scegliete pannocchie con grani pieni e uniformi. Il mais dolce può essere cotto alla griglia, bollito, o utilizzato in insalate e zuppe. Prima di cucinarlo, lavate bene sotto l’acqua corrente e rimuovete le foglie esterne.
  • Melanzane: forniscono fibre e antiossidanti, vitamine del gruppo B. Possono essere grigliate, cotte al forno, o utilizzate in salse e stufati. Prima di cucinarle, lavatele bene sotto l’acqua corrente e, se necessario, rimuovete la buccia per renderle più digeribili.
  • Pan di zucchero: buona fonte di fibre, contiene anche vitamine A e C. Scegliete cespi sodi e privi di macchie, evitando quelli con segni di muffa o eccessivamente molli; conservatelo in frigorifero. Il pan di zucchero può essere gustato crudo in insalate o cotto al vapore.
  • Peperoni: ricchi di vitamine C e A e antiossidanti come i carotenoidi. Scegliete peperoni con buccia liscia e lucente, evitando quelli con macchie o ammaccature e conservateli in frigorifero. I peperoni possono essere gustati crudi in insalate, grigliati, cotti al forno farciti con vari ripieni. Prima di consumarli, lavateli bene sotto l’acqua corrente e rimuovete il picciolo e i semi interni.
  • Piselli: ricchi di proteine e fibre, vitamine del gruppo B. I piselli possono essere cotti al vapore, o utilizzati in zuppe e insalate. Prima di cucinarli, lavateli bene sotto l’acqua corrente e rimuovete eventuali fili duri dai baccelli.
  • Pomodori: ricchi di vitamine C e A, contengono anche licopene. Sceglieteli con buccia liscia e di colore uniforme. Conservateli a temperatura ambiente e consumateli entro pochi giorni, freschi in insalate oppure per fare salse.
  • Taccole: buona fonte di fibre e vitamine C e K e potassio. Le taccole possono essere cotte al vapore, saltate in padella, o utilizzate in zuppe e insalate. Prima di cucinarle, lavatele bene sotto l’acqua corrente e rimuovete eventuali fili duri dai baccelli.
  • Zucchine: forniscono vitamine C e B6 e fibre. Le zucchine si prestano a mille preparazioni: possono essere gustate crude in insalate, grigliate, cotte al forno, o utilizzate in zuppe e stufati. Prima di cucinarle, lavatele bene sotto l’acqua corrente e rimuovete le estremità.

Conclusione

Consumare frutta e verdura di stagione, come quella disponibile a luglio, non solo garantisce un apporto nutrizionale ottimale, ma supporta anche un’alimentazione sostenibile. Scegliere prodotti freschi, conservarli correttamente per evitare sprechi e gustarli in vari modi può arricchire la vostra dieta e contribuire al vostro benessere generale.

Post correlati