Il divario di longevità tra uomini e donne cresce sempre di più. Ecco perché – Tradotti per voi

da | Mag 17, 2024 | vivere green | 0 commenti

Che le donne vivano di più degli uomini è cosa nota, sembra però che questa differenza possa accentuarsi ancora di più nei prossimi anni. Abbiamo tradotto per voi un interessante articolo su GQ che affronta questo tema, sottolineando che le principali cause di morte prematura negli uomini in realtà possono essere facilmente eliminate prima che si presentino.

Prova a fare una passeggiata in una qualsiasi casa di cura: troverai un enorme squilibrio di genere, con una netta prevalenza di donne sugli uomini. E probabilmente questa situazione non cambierà neanche con le prossime generazioni di anziani. Una nuova ricerca della Harvard TH Chan School of Public Health e dell’UC San Francisco ha scoperto infatti che il divario tra la durata della vita degli uomini e la durata della vita delle donne si è ampliato da oltre un decennio.

L’ultimo anno per cui sono disponibili dati è il 2021: le statistiche dicono che, in media, le donne vivono 5,8 anni in più rispetto agli uomini. Si tratta di un aumento di un anno rispetto al 2010, il che rende il divario di longevità di genere il più grande dal 1996.

La ricerca, oltre a sottolineare il dato, ne ha anche individuato le ragioni: malattie cardiovascolari, cancro, uso di oppioidi e suicidio. Ad aggravare il tutto, anche il COVID: a causa del virus, sono morti almeno 65.000 uomini in più rispetto alle donne. Questo è dovuto principalmente al fatto che gli uomini hanno maggiori probabilità di rimanere senza casa oppure di svolgere lavori che li hanno esposti a un rischio maggiore di contrarre il virus.

Certo, nessuno può controllare la durata della propria vita, ma si può fare molto per evitare una morte prematura e vivere una vita lunga e sana.

Devi proteggere il tuo cuore

Le malattie cardiache sono la prima causa di morte negli Stati Uniti: consideriamo proprio questo un buon punto di partenza per ridurre il divario di longevità.

“Sono rimasto scioccato nel vedere che il rischio di malattie cardiovascolari è superiore dell’80% per gli uomini rispetto alle donne”, afferma Alan Charles Geller, uno dei coautori dello studio sul divario di genere sulla longevità e docente senior di Scienze sociali e Scienze comportamentali presso la Harvard TH Chan School of Public Health.

Geller spiega che una delle ragioni principali è legata all’uso del tabacco (sigarette normali ed elettroniche), pessima abitudine che può compromettere la salute cardiaca e di cui gli uomini, tendenzialmente, fanno più uso rispetto alle donne. Aspirare la nicotina provoca il restringimento dei vasi sanguigni, il che aumenta la pressione sanguigna e la frequenza cardiaca. Ciò mette sotto stress il cuore e alla fine può portare a un infarto o ictus. Aspirare erba aumenta anche la pressione sanguigna, il che significa che aumenta anche il rischio di malattie cardiache.

Ma non è solo l’uso del tabacco a rendere gli uomini più vulnerabili ad avere problemi cardiaci (e morire prima) rispetto alle donne. Geller afferma che gli uomini hanno maggiori probabilità di soffrire di obesità rispetto alle donne, altro fattore di rischio che può portare a infarti e complicazioni cardiache. Quasi un uomo su tre è considerato sovrappeso dal punto di vista medico, rispetto a una donna su quattro.

Uno dei motivi è che uomini e donne hanno risposte metaboliche diverse all’assunzione di cibo; gli uomini hanno livelli più elevati di trigliceridi, acidi grassi liberi e insulina dopo un pasto rispetto alle donne. Alcune prove indicano anche che le donne sono più motivate a perdere peso rispetto agli uomini e hanno maggiori probabilità di aderire a programmi di perdita di peso, assumere farmaci dimagranti su prescrizione e attenersi a un piano alimentare a base vegetale rispetto agli uomini.

Al contrario di quello che sembra, tutto ciò è in realtà piuttosto incoraggiante. Questo perché si tratta di un problema che può essere risolto. Secondo la World Heart Federation, l’80% degli infarti e degli ictus si possono evitare attraverso la dieta e le abitudini di vita.

Qual è il problema con il 20% fuori dal tuo controllo? 

Matt Kaeberlein, un rinomato biologo che studia la longevità, afferma che gli estrogeni sembrano avere alcune proprietà protettive contro le malattie cardiache e l’ictus , esponendo le donne a un rischio naturalmente inferiore. Oltre a ciò, il dottor Kaeberlein afferma che esiste una teoria secondo cui, poiché le donne hanno due cromosomi X (mentre gli uomini ne hanno solo uno), avere una copia di backup può fornire una protezione aggiuntiva per la salute immunitaria e metabolica.

Sì, dovresti proprio controllare quello strano neo sulla schiena

Geller dice che la sua ricerca ha portato alla luce anche qualcos’altro.

Gli uomini muoiono molto più di melanoma rispetto alle donne. Un dato piuttosto sorprendente, se pensiamo che, se diagnosticato precocemente, le morti per melanoma sono rare. “Due su tre decessi per melanoma riguardano gli uomini. Un dato così affascinante, perché è dovuto più al comportamento che alla biologia“, afferma Geller.

In che senso? Le donne hanno maggiori probabilità di indossare la protezione solare, per esempio. E sono più proattive anche riguardo alla loro salute, inclusi i controlli dermatologici. Un terzo degli uomini non si sottopone a controlli annuali e il 55% degli uomini non si rivolge a un medico per controlli sanitari regolari.

Se vuoi ridurre il rischio di melanoma, un cancro di cui muoiono più uomini che donne, indossa una protezione solare, controlla il tuo corpo per eventuali nei che cambiano e, se qualcosa sembra sospetto, consulta un medico a riguardo. Sembra semplice, ma potrebbe salvarti la vita.

Gli uomini ancora lottano per la loro salute mentale

Lo stigma obsoleto contro gli uomini che chiedono aiuto ha conseguenze disastrose. Il documento sulla longevità di Harvard mostra che il suicidio e l’epidemia di oppioidi sono due importanti fattori di morte prematura negli uomini.

Christine Yu Moutier, Chief Medical Officer presso la American Foundation for Suicide Prevention, afferma che ci sono ragioni sia biologiche che sociali per cui muoiono più uomini per suicidio rispetto alle donne. Moutier sottolinea che gli uomini sono più a rischio rispetto alle donne e che hanno tendenzialmente più difficoltà con il controllo degli impulsi. “Questo è un fattore importante quando si tratta di rischio di suicidio, perché molte persone hanno avuto pensieri suicidi nella loro mente, ma in realtà andare fino in fondo potrebbe avere qualcosa a che fare con il controllo degli impulsi”, dice.

L’esperto di salute mentale e psicologo clinico Kevin Gilliland afferma che nonostante millenials e i più giovani stiano migliorando nel parlare della loro salute mentale, ancora non abbiamo raggiunto il giusto livello di attenzione al problema.

In parte questo è dovuto al motivo che probabilmente già conosci: la mascolinità tossica. Gli uomini devono apparire ed essere forti, non possono parlare più tanto con i loro amici di come stanno. La conseguenza è che è meno probabile che vedano un terapista. Le donne, in più, hanno anche maggiori probabilità rispetto agli uomini di assumere farmaci per la loro salute mentale.

Moutier afferma inoltre che la depressione può anche apparire diversa negli uomini rispetto alle donne, motivo per cui spesso negli uomini può passare inosservata. Spiega che, spesso, la depressione negli uomini si manifesta come rabbia. (Potresti avere un collega o un amico che sembra arrabbiarsi facilmente. Il suo problema di rabbia potrebbe in realtà essere un sintomo di depressione.)

Sia il dottor Moutier che il dottor Gilliland affermano che gli uomini hanno maggiori probabilità di abusare di alcol rispetto alle donne, il che aumenta anche il rischio di suicidio. “L’alcol è un depressivo. Interrompe il nostro umore e il nostro sonno” afferma il dottor Gilliland parlando del legame tra consumo di alcol e depressione. “L’alcol, l’erba, il mangiare eccessivo, il lavorare eccessivo e l’allenamento eccessivo possono alleviare lo stress in modo temporaneo, ma non raggiungono la radice del problema”, aggiunge.

Hai capito qual è il segreto della longevità?

Le malattie cardiache, il cancro, il suicidio e l’uso di oppioidi non sono le uniche ragioni per cui gli uomini vivono vite più brevi rispetto alle donne, ma sono quelle più importanti. Anche se non tutte le morti premature sono prevenibili, molte di quelle che rientrano in queste categorie lo sono.

Quindi: vuoi vivere più a lungo? Prenditi cura del tuo corpo, prenditi cura della tua mente e prendetevi cura gli uni degli altri.

Puoi leggere qui l’articolo originale da cui è stato tradotto questo contenuto.

Tag: salute

Post correlati