Kinesiologia applicata: la terapia naturale per il benessere fisico

da | Giu 10, 2024 | vivere green | 0 commenti

La kinesiologia applicata è una terapia naturale che utilizza il movimento muscolare per valutare e trattare vari disturbi fisici, emotivi ed energetici. Basata sulla teoria che il corpo possiede una naturale capacità di autoguarigione, questa pratica mira a individuare e correggere gli squilibri nel sistema attraverso il test muscolare.

Scopriamo di più su questa pratica di medicina naturale.

Cos’è la kinesiologia

La kinesiologia è una disciplina che studia il movimento del corpo umano, combinando conoscenze di anatomia, fisiologia e biomeccanica. Il termine deriva dal greco kinesis (movimento) e logos (studio). In ambito terapeutico, la kinesiologia applicata è un’estensione di questa disciplina, che utilizza il movimento muscolare come strumento diagnostico e terapeutico.

Sviluppata negli anni Sessanta dal chiropratico George Goodheart, la kinesiologia applicata parte dal presupposto che ogni muscolo del corpo è collegato a specifici organi e meridiani energetici. Attraverso l’osservazione delle risposte muscolari a stimoli fisici o emotivi, è possibile identificare squilibri nel sistema corporeo. I kinesiologi utilizzano queste informazioni per intervenire con tecniche che ripristinano l’equilibrio e migliorano la salute generale.

A differenza di altre forme di terapia manuale, la kinesiologia applicata combina aspetti fisici, emotivi ed energetici, offrendo un approccio olistico al benessere.

I benefici della kinesiologia applicata

La kinesiologia applicata offre numerosi benefici per la salute e il benessere. Tra i principali:

  • Riduzione del dolore muscolare e articolare. Questa terapia può alleviare il dolore muscolare e articolare attraverso il ripristino dell’equilibrio nel sistema muscolare. Il trattamento si concentra su specifici muscoli e articolazioni, migliorando così la loro funzionalità e riducendo il dolore.
  • Miglioramento della postura e della mobilità. La kinesiologia applicata può contribuire a migliorare la postura e la mobilità, identificando e correggendo squilibri muscolari che possono causare problemi posturali. Un corpo equilibrato si muove meglio e con meno sforzo, promuovendo una maggiore libertà di movimento.
  • Recupero da lesioni e traumi. Attraverso il test muscolare, il kinesiologo può individuare le aree deboli o danneggiate e applicare tecniche di riequilibrio per accelerare il processo di guarigione.
  • Gestione dei disturbi emotivi. La kinesiologia applicata non si limita ai soli benefici fisici. Può anche essere impiegata per affrontare disturbi emotivi come stress, ansia e depressione. L’equilibrio energetico del corpo è fondamentale per il benessere emotivo, e questa terapia può aiutare a ristabilirlo.

Tecniche utilizzate nella kinesiologia applicata

Una delle tecniche principali della kinesiologia applicata è il test muscolare. Questo metodo consiste nel valutare la risposta muscolare a determinati movimenti o stimoli. Il kinesiologo applica una leggera pressione su un muscolo mentre il paziente esegue un movimento specifico. La forza o la debolezza della risposta muscolare fornisce indicazioni sugli squilibri nel corpo. Se vuoi sapere qualcosa di più sul test muscolare, clicca qui per leggere l’articolo.

Il riequilibrio energetico è un altro aspetto cruciale della kinesiologia applicata. Questa tecnica prevede la stimolazione di punti energetici specifici del corpo per ristabilire l’equilibrio.

Tra le tecniche utilizzate vi sono la pressione su punti di agopressione, l’uso di fiori di Bach e altre modalità di trattamento energetico.

La pressione su punti di agopressione, ad esempio, è una tecnica che deriva dalla medicina tradizionale cinese. Questi punti, noti anche come punti di digitopressione, si trovano lungo i meridiani energetici del corpo. Stimolarli con una leggera pressione può migliorare il flusso di energia, alleviare il dolore e promuovere la guarigione. Il kinesiologo utilizza queste tecniche per trattare una varietà di disturbi, tra cui mal di testa, tensione muscolare e stress.

Nella kinesiologia applicata, i fiori di Bach possono essere utilizzati come parte del processo di riequilibrio energetico. I fiori di Bach sono essenze floreali sviluppate dal Dr. Edward Bach negli anni ’30. Queste essenze vengono utilizzate per trattare squilibri emotivi e mentali, come ansia, paura e tristezza. Il kinesiologo individua le essenze più appropriate per il paziente, contribuendo a migliorare l’equilibrio emotivo e il benessere generale.

Le tecniche di correzione muscolare si concentrano sul miglioramento della funzione dei muscoli specifici attraverso esercizi mirati e manipolazioni. Queste tecniche possono includere allungamenti, rafforzamento muscolare e altre forme di terapia fisica per correggere squilibri e disfunzioni muscolari. L’obiettivo è ripristinare la normale funzione muscolare, migliorare la postura e ridurre il dolore.

La manipolazione vertebrale è una tecnica utilizzata per trattare disallineamenti spinali che possono influire negativamente sul sistema nervoso e sul benessere generale. Attraverso manipolazioni precise e sicure, il kinesiologo può aiutare a migliorare l’allineamento vertebrale, ridurre il dolore e migliorare la mobilità.

Infine, il test di sensibilità alimentare è una tecnica che viene utilizzata per identificare alimenti che possono causare reazioni avverse nel corpo. Attraverso il test muscolare, il kinesiologo valuta la risposta del corpo a vari alimenti, individuando quelli che possono causare infiammazioni o altri problemi. Questo approccio aiuta a creare una dieta personalizzata che promuove la salute e il benessere del paziente.

Tag: salute

Post correlati