Scopri i benefici e le proprietà del seitan: tutto quello che devi sapere

da | Apr 8, 2024 | alimentazione, vivere green | 0 commenti

Chiamato anche carne di grano, il seitan è un alimento vegetale ampiamente utilizzato nelle diete vegetariane e vegane. Ricco di proteine e povero di grassi, rappresenta una valida alternativa alla carne e al pesce grazie al suo sapore e ai numerosi benefici per la salute.

Che cos’è il seitan?

Il seitan si ottiene dal glutine del frumento, il che lo rende un’ottima fonte di proteine per coloro che seguono una dieta a base vegetale. In particolare, si produce a partire dal processo di separazione della farina di frumento dalla sua componente proteica, il glutine, che viene quindi lavorato, impastandolo e lessandolo, fino a ottenere una consistenza elastica simile a quella della carne.

La sua versatilità in cucina consente di preparare una vasta gamma di piatti anche perché può essere lavorato per poi dargli diverse forme, come salsicce, bistecche, spezzatino.

Proprietà nutrizionali e benefici del seitan

Il seitan è ricco di proteine di alta qualità essenziali per la costruzione e il mantenimento dei muscoli, nonché per il corretto funzionamento del nostro organismo. Insieme ai legumi, che completano gli amminoacidi mancanti, riesce a sostituire del tutto le proteine del carne e del pesce. Contiene inoltre pochi grassi e poche calorie.

Il seitan è ricco di importanti vitamine del gruppo B, come la niacina e l’acido folico, fondamentali per il metabolismo energetico e la salute del sistema nervoso. In più, fornisce minerali essenziali come il ferro, il calcio e il selenio, che sono fondamentali per la salute ossea, la formazione dei tessuti e il sistema immunitario. La presenza di fibre alimentari nel seitan favorisce la digestione e contribuisce a mantenere stabili i livelli di zucchero nel sangue.

Il consumo regolare di seitan può portare numerosi benefici per la salute. La sua bassa quantità di grassi saturi e di colesterolo lo rende un’ottima alternativa per mantenere la salute del cuore e dei vasi sanguigni. Le fibre presenti nel seitan favoriscono anche la sensazione di sazietà, utile caratteristica nelle diete di chi vuole perdere peso.

5 modi per usare il seitan in cucina

Il seitan è un alimento versatile che può essere utilizzato in molteplici modi in cucina, soprattutto per molte ricette che richiedono la sostanza e il sapore della carne. Ha una consistenza simile a quella della carne, ma il suo sapore è delicato e può essere facilmente personalizzato con le spezie e le salse desiderate. Proprio perché il suo sapore è neutro, questo gli permette di essere un’ottima base in grado di assorbire i sapori degli ingredienti con cui viene cucinato.

Scopriamo allora 5 modi in cui puoi utilizzare questo ingrediente in cucina!

  • Grigliato o saltato in padella. Una delle modalità più comuni per preparare il seitan è grigliarlo o saltarlo in padella. Tagliato a fette sottili o cubetti, può essere marinato con spezie, salsa di soia, olio d’oliva e aromi a piacere. Questo metodo di cottura dona al seitan una consistenza croccante all’esterno e morbida all’interno, rendendolo perfetto per essere servito come piatto principale o aggiunto alle insalate.
  • Stufato o brasato. Il seitan è anche ottimo quando cotto a fuoco lento in umido. Aggiunto a zuppe, stufati o salse, assorbe i sapori dei liquidi e degli ingredienti circostanti, diventando morbido e succoso. Questo metodo di cottura è ideale per renderlo più tenero e aggiungere profondità di sapore ai piatti.
  • Marinato e arrostito al forno. Marinare il seitan prima di cuocerlo al forno è un ottimo modo per aggiungere sapore e tenerezza. Basterà metterlo a marinare in una miscela di ingredienti come aceto di mele, aglio, erbe aromatiche e spezie per almeno 30 minuti, per poi cuocerlo in forno fino a doratura. Questo metodo di cottura rende il seitan perfetto per essere servito come piatto principale, oppure può essere affettato e utilizzato per farcire panini o insalate.
  • Fritto croccante. Può anche essere fritto per ottenere una croccantezza extra. Tagliato a strisce o cubetti, si passa prima in una pastella leggera o in farina e spezie, poi si frigge in olio caldo fino a quando non è dorato e croccante. Questo metodo di cottura lo rende perfetto per essere servito come finger food o aggiunto a piatti come tacos o buddha bowl.
  • A cubetti in insalate o pasta. Infine, il seitan può essere semplicemente tagliato a cubetti e aggiunto a insalate, pasta o risotti per aumentare il contenuto proteico dei piatti vegetariani. Il suo sapore neutro si sposa bene con una varietà di ingredienti, rendendolo una scelta versatile per arricchire i piatti a base di verdure.

Ecco perché dovresti provare il seitan!

Quindi, in conclusione, il seitan offre molteplici possibilità in cucina grazie alla sua versatilità e alla sua capacità di assorbire i sapori degli ingredienti con cui viene cucinato.

Noi ti abbiamo proposto 5 modi in cui cucinarlo e aggiungerlo alla tua alimentazione quotidiana. Con una vasta gamma di proprietà nutrizionali e l’ampio margine di creatività che regala in cucina, il seitan merita sicuramente un posto nelle diete di coloro che cercano uno stile di vita sano e sostenibile.

Tag: vegan

Post correlati