Come preparare il latte di soia fatto in casa: una guida pratica e salutare

da | Giu 5, 2024 | alimentazione, vivere green | 0 commenti

Il latte di soia è un’ottima alternativa a quello vaccino, perfetto per chi è intollerante al lattosio, vegano o semplicemente desidera variare la sua alimentazione quotidiana.

Può essere acquistato abbastanza facilmente in quasi tutti i supermercati, ma prepararlo in casa ti permette di controllare gli ingredienti e risparmiare sui costi. E tra l’altro è una procedura piuttosto semplice.

Questa guida ti mostrerà passo passo come fare il latte di soia, come scegliere gli ingredienti giusti e come conservarlo al meglio. Con pochi e semplici step, potrai ottenere un prodotto fresco, salutare e privo di additivi.

I vantaggi del latte di soia

Il latte di soia è un’alternativa adatta a diverse esigenze alimentari. Privo di lattosio, contiene proteine vegetali complete, utili per chi segue una dieta vegetariana o vegana.

Non contiene colesterolo e ha un basso contenuto di grassi saturi, caratteristiche che possono contribuire a mantenere i livelli di colesterolo nel sangue entro limiti salutari, ed è ricco di vitamine del gruppo B, importanti per il metabolismo energetico e la salute del sistema nervoso. Alcune versioni commerciali sono arricchite anche con calcio e vitamina D, nutrienti essenziali per la salute delle ossa.

Il latte di soia contiene isoflavoni, composti vegetali che possono avere effetti benefici sulla salute cardiovascolare e sulla salute delle ossa ed è assolutamente privo di ormoni e antibiotici, presenti talvolta nel latte vaccino.

Preparandolo in casa, si ha il controllo completo sugli ingredienti, evitando conservanti e additivi artificiali e si riduce l’impatto ambientale rispetto all’acquisto di latte confezionato. Questo ingrediente può essere utilizzato in molte ricette: bevande, frullati, cereali, zuppe, salse e dolci e tante altre alternative da sfruttare nella tua dieta quotidiana.

Ingredienti e attrezzature necessarie per la preparazione

Per preparare circa 1 litro di latte di soia fatto in casa, avrai bisogno di pochi ingredienti e strumenti:

Ingredienti:

  • 200 grammi di fagioli di soia secchi
  • 1 litro d’acqua per ammollo
  • 1 litro d’acqua per la preparazione

Attrezzature:

  • un frullatore potente
  • una pentola capiente
  • un colino a maglie fini o una garza di cotone
  • un contenitore per conservare il latte

Come preparare il latte di soia

Fase 1: Ammollo. Metti i fagioli di soia in una ciotola grande e coprili con un litro d’acqua. Lasciali in ammollo per almeno 8 ore o per tutta la notte. Questo processo ammorbidisce i fagioli e li prepara per la fase successiva.

Fase 2: Frullare. Scola i fagioli ammollati e sciacquali bene. Mettili nel frullatore insieme a un litro d’acqua fresca e frulla fino a ottenere un composto liscio e omogeneo.

Fase 3: Cottura. Versa il composto frullato in una pentola capiente e portalo a ebollizione. Riduci il fuoco e lascia sobbollire per 20-30 minuti, mescolando di tanto in tanto per evitare che si attacchi al fondo.

Fase 4: Filtrare. Utilizza un colino a maglie fini o una garza di cotone per filtrare il liquido ottenuto, separando il latte di soia dalla polpa (okara).

Cosa sapere sull’okara

L’okara è ricca di fibre e proteine, e può essere riutilizzata in molte ricette per evitare sprechi alimentari.

Può essere aggiunta a impasti per pane, muffin e biscotti per arricchirli con fibre e proteine oppure utilizzata come base per polpette vegetali, insieme a legumi, verdure e spezie. Può essere mescolata a zuppe e minestre per aumentarne la consistenza e il contenuto nutrizionale. Essiccata, infine, può essere utilizzata come farina per la preparazione di diverse ricette.

Conservazione e utilizzo del latte di soia fatto in casa

Il latte di soia fatto in casa deve essere conservato in frigorifero per 3-4 giorni per mantenere la freschezza e prevenire la proliferazione di batteri.

È preferibile utilizzare contenitori di vetro con chiusura ermetica per evitare contaminazioni e odori indesiderati. Prima di ogni utilizzo, è importante agitare bene il contenitore per mescolare eventuali sedimenti che possono depositarsi sul fondo. Ricorda di etichettare i contenitori con la data di preparazione per tenere traccia della freschezza di questo ingrediente.

Il latte di soia può essere utilizzato in molti modi nella dieta quotidiana. Può essere bevuto da solo o utilizzato come base per frullati e smoothie, mescolato con frutta fresca o verdura. È possibile aggiungerlo al caffè o al tè come alternativa al latte vaccino. Può essere versato sui cereali per la colazione o utilizzato nella preparazione di porridge.

Questo ingrediente può sostituire il latte vaccino in molte ricette salate (come zuppe, salse, purè di patate) e dolci (pancake, waffle, muffin, torte e biscotti). Si può utilizzare per preparare dessert come budini e creme o, per chi segue una dieta vegana, per formaggi vegetali, yogurt di soia e gelati vegani.

È possibile aromatizzare il latte di soia fatto in casa con vaniglia, cacao, cannella o altri aromi a piacere, per creare varianti gustose e personalizzate.

Conclusione

Preparare il latte di soia fatto in casa è semplice e offre numerosi vantaggi, dalla qualità degli ingredienti alla riduzione dei costi. Prova a seguire questa guida e scopri quanto è facile integrare il latte di soia nella tua dieta quotidiana: non solo potrai godere di una bevanda salutare e naturale, ma contribuirai anche a un’alimentazione più sostenibile.

Post correlati