Come eliminare le macchie di fragole e ciliegie con rimedi naturali

da | Mag 3, 2024 | casa, vivere green | 0 commenti

Prima o poi, capita a tutti di chiedersi come eliminare le temutissime macchie di fragole e ciliegie.

Senza alcun dubbio, la frutta estiva è la più buona di tutte: fresca e colorata, da maggio fino a settembre, abbiamo solo che l’imbarazzo della scelta. Tra anguria, pesche, albicocche e meloni, ce n’è davvero per tutti i gusti, ma fragole e ciliegie sono ai primi posti fra i frutti estivi preferiti.

Le fragole si mangiano anche da sole, magari condite solo con limone e un po’ di zucchero, ma si prestano anche per varie preparazioni, dai sorbetti al tiramisù alle fragole. I più golosi le apprezzano con un ciuffo di panna o insieme a una pallina di gelato. Molto gustose sono anche le ciliegie: del resto, non è per niente casuale il detto “una tira l’altra!”.

Gustando questi golosi frutti rossi estivi, è facile sporcarsi e magari macchiare anche la tovaglia. Prima di entrare nel panico, vediamo insieme come eliminare le macchie di fragole e ciliegie con rimedi naturali.

Come si tolgono le macchie di fragola dai vestiti

Ci sono vari rimedi naturali per eliminare le macchie di frutta, anche quelle che sembrano più ostiche.

Per togliere una macchia di fragole fresca dal cotone, può essere sufficiente applicare una soluzione composta da aceto di vino bianco e succo di limone in uguali quantità. Massaggiare sulla zona da trattare e lasciare in posa per almeno un quarto d’ora circa. Poi procedere con il normale lavaggio in lavatrice.

Se non si riesce ad agire in maniera tempestiva, e la macchia di fragola è ormai seccata, il succo del frutto sarà ormai penetrato tra le fibre del tessuto. In tal caso, si dovrà inumidire il tessuto macchiato e distribuirvi sopra del bicarbonato di sodio con un poco di acqua frizzante. Attendere alcune ore e poi lavare il capo a mano o in lavatrice.

Metodi più strong

In caso di macchie di fragole particolarmente ostinate, ci sono soluzioni naturali piuttosto strong.

Glicerina e sapone di Marsiglia, usati insieme, sono in grado di eliminare anche i residui di succo più piccoli dalle fibre dei tessuti. Anche in questo caso, il composto va applicato localmente e fatto agire per 3-4 ore. Dopodiché, procedere con il consueto lavaggio in lavatrice.

Altra valida alternativa consiste nel pre-trattare la macchia con acqua ossigenata e acqua del rubinetto.

Come si tolgono le macchie di ciliegie

Come le macchie di fragole, anche quelle di ciliegia sono tra le più difficili da eliminare.

Fondamentale agire immediatamente, sciacquando il capo macchiato con acqua fredda e sapone di Marsiglia.

In alternativa, applicare sulla macchia un cucchiaio di aceto bianco e il succo di mezzo limone. Far agire per una decina di minuti circa e poi lavare il capo in lavatrice.

Si può anche provare a trattare la macchia impregnandola con del latte. Lasciare in posa alcune ore e poi lavare come di consueto.

Uno smacchiatore molto efficace è anche il bicarbonato di sodio. Basta applicarne un po’ sulla macchia e poi inserire il capo incriminato in un sacchetto. Chiuderlo per bene e lasciare il sacchetto all’interno del frigorifero per una notte intera. L’indomani, procedere con il classico lavaggio.

Se si è fuori casa, trattare immediatamente la macchia con dell’acqua gassata.

Come togliere le macchie di fragole e ciliegie dai tessuti bianchi

Se le macchie di frutta intimoriscono sempre tanto, quando succede sui capi bianchi, si va letteralmente nel panico.

In questo caso, applicare subito sulla macchia dell’acqua frizzante oppure tamponare con dell’aceto. Dopodiché, procedere con il lavaggio.

I capi bianchi torneranno come nuovi trattando la macchia con una soluzione composta da acqua ossigenata diluita in acqua di rubinetto, più una goccia di ammoniaca.

Valida anche la miscela di acqua e alcool.

Consigli generici per eliminare le macchie di fragole e ciliegie con rimedi naturali

Per trattare efficacemente qualsiasi macchia – comprese quindi le macchie di fragole e ciliegie – è fondamentale agire tempestivamente, ovvero appena accaduto il danno. Prima si agisce, infatti, migliore sarà il risultato ottenuto.

Usare l’acqua fredda e mai quella calda. Quest’ultima, infatti, tende a fissare il colore rosso nelle fibre.

Infine, è bene ricordare che ogni tessuto ha peculiarità proprie e, di conseguenza, richiede specifiche attenzioni. Tutti i rimedi naturali che abbiamo spiegato in questo articolo sono molto efficaci sul cotone e sui tessuti sintetici.

Per tessuti pregiati e delicati, tipo seta e lino, si consiglia di rivolgersi ai professionisti della propria lavanderia di fiducia.

Post correlati